13.jpg22.jpg10.jpg15.jpg23.png17.jpg04.jpg05.jpg07.jpg01.jpg11.jpg16.jpg21.png19.png25.png09.jpg

Festival della Canzone europea dei Bambini

Festival della Canzone europea dei Bambini - Piccole Colonne e Lorenzo Branchetti

Un piccolo coro per un grande Festival!
Così possiamo riassumere quello che abbiamo proposto sull'altopiano di Piné lo scorso 27, 28 e 29 aprile.

Con i 32 bambini del coro, i 250 bambini delle classi vincitrici il concorso “Un Testo per noi” e gli oltre 500 ospiti giunti a Baselga di Piné da tutta Italia, dalla Slovenia e dall'Argentina, il Festival della Canzone europea dei Bambini ha colto in pieno i suoi obiettivi:
- sviluppare, potenziare e valorizzare le capacità individuali di tutti i bimbi che sono saliti sul palco per contribuire, con il loro impegno, alla creazione di uno spettacolo di altissima qualità nel quale ogni bimbo doveva essere, semplicemente, se stesso;
- contribuire alla conoscenza reciproca di culture diverse dando a tutti i bimbi partecipanti, ma anche ai bimbi della scuola primaria di Piné, la possibilità di incontro e confronto con realtà diverse dalla propria.

I due spettacoli sono stati condotti con allegria e una buona dose di umorismo, da Lorenzo Branchetti, meglio conosciuto come il Milo Cotogno della Melevisione, ma i veri protagonisti sono stati i bambini! Sì proprio loro: i bimbi delle Piccole Colonne che, oltre ad interpretare tutte le canzoni presentate, sono intervenuti con battute ed indovinelli e i bambini delle undici classi delle scuole primarie che, dopo aver scritto i testi delle canzoni, le hanno animate con splendidi costumi, scenografie ed accessori.

I bambini si sono quindi alternati sul palco con un unico grande obiettivo: divertirsi e far divertire il pubblico regalando due ore di intenso spettacolo all’insegna di entusiasmo, simpatia e tanta, tanta passione!

Nel corso delle serate il palco si è trasformato in una giungla preistorica con scimmie penzolanti, in un'intera fattoria completa di galline e gallo “ballerino”, in coinvolgenti orti argentini e scatenati frutti salterini, in un percorso con le quattro stagioni e un inverno in cerca di moglie, in un viaggio fantastico alla scoperta di libri, meravigliosi mondi e magici accenti e poi ancora in viaggi nel tempo con un tuffo nel 700 e Mozart in persona, un salto nell'antica Roma con i sette Re, in una “nevicata improvvisa” ed infine in un ballo scatenato con un papà pasticcione che…è davvero un tesoro! Insomma...è stato impossibile non farsi coinvolgere anzi, travolgere da questi piccoli autentici bambini! 

 

Iscriviti alle Newsletter delle Piccole Colonne